TERREMOTO MONTEREALE

(READ IN ENGLISH)

Il 18 Gennaio 2017 quattro forti terremoti, di magnitudo fino a 5.5, hanno colpito l’Appennino centrale con epicentri localizzati ad E di Montereale (L’Aquila). La sequenza sismica è stata risentiva fortemente in tutta l’Italia Centrale, compresa Roma. La PGA massima misurata (INGV) è stata di circa 0.25g anche se lo scuotimento sismico si è fortemente attenuato entro i primi 10 km.
Nonostante le sfavorevoli condizioni metereologiche (dovute alle intense nevicate delle giornate precedenti), il gruppo di ricerca del CERI ha completato il rilevamento degli effetti sismoindotti al suolo, censendo circa una decina di frane comprendenti crolli e scorrimenti in roccia e detrito. Nessuna di queste frane (contenute entro 15 km dagli epicentri) ha tuttavia coinvolto edifici o infrastrutture. Le formazioni geologiche affioranti sono costituite da calcari Meso-Cenozoici e da Flysch Cenozoico localmente intensamente fratturati, specie in corrispondenza di zone di faglia.
Nei prossimi giorni il catalogo CEDIT sarà aggiornato con i nuovi dati che saranno presto consultabili on-line.

* Gruppo di Lavoro CERI: S. Martino, P. Caporossi, D. D’Angiò, M. Della Seta, C. Esposito, A. Fantini, M. Fiorucci, R. Iannucci, G.M. Marmoni, P. Mazzanti, C. Missori, S. Moretto, S. Rivellino, R.W. Romeo, P. Sarandrea, F. Troiani, C. Varone.

 

Powered by WordPress | Theme Designed by: WordPress Themes | Thanks to WordPress Themes Gallery, Free WordPress themes gallery and Magazine WordPress Themes